Superfood: che cosa sono?

Se sei una persona minimamente interessata alla salute e alla nutrizione, è molto probabile che tu abbia incontrato la parola superfood abbastanza spesso negli ultimi mesi. In molti casi si tratta di strategie di marketing che cercano di attribuire proprietà a prodotti di supermercati che, in realtà, non le hanno. Tuttavia, non tutto è pubblicità.

Sebbene non esista una definizione ufficiale di cosa siano i superfood, i più adeguati sarebbero quelli che definiscono alimenti ricchi di sostanze nutritive e, quindi, con proprietà benefiche sulla salute e il benessere.

Alimenti funzionali e nutraceutici

Il concetto generale di superfood si basa su due concetti specifici: alimenti funzionali e nutraceutici. I primi sono alimenti della nostra dieta che, oltre ai nutrienti di base, forniscono benefici scientificamente provati. Esempi di alimenti funzionali sono cereali arricchiti con b12, bevande vegetali con calcio o uova con omega 3 (DECS, 2017).

I nutraceutici, d’altra parte, sono alimenti che forniscono benefici nella prevenzione e/o nel trattamento delle malattie. Questa categoria includerebbe tutte le medicine di origine naturale come le fibre naturali, che facilitano il tratto intestinale e aiutano a prevenire il colesterolo o il cancro del colon o dei lignani nei semi di lino che, secondo studi su animali, aiutano a prevenire i tumori correlati con gli ormoni.

I superfood comprendono alimenti che hanno il carattere funzionale o nutraceutico e che suscitano un interesse crescente in un momento in cui la preoccupazione per una dieta sana e salutare è in aumento. In questa linea riscopriamo alimenti come la curcuma,  un potente antiossidante e anti-infiammatorio, o la carruba, con un alta percentuale di minerali e fibre e comprovate proprietà digestive e depurative.

La lista di alcuni importanti superfood

Altri esempi si trovano in alimenti sconosciuti fino a poco tempo fa, che hanno dimostrato proprietà nutrizionali superiori alla media e sono una fonte molto interessante di proteine ​​e vitamine per diete vegane o vegetariane. Tra cui troviamo alimenti come chia, quinoa o clorella.

La chia contiene alcuni composti fenolici e isoflavoni (Martinez-Cruz & Paredes Lopez, 2014), che sono antiossidanti naturali, e l’acido alfa linolenico (ALA), che è buono per migliorare l’adiposità e ridurre il livello di grasso nel il sangue. (Chicco, D’Alessandro, Hein, Oliva, & Lombardo, 2008).

Un altro super-alimento molto popolare è la clorella, anch’essa un’importante fonte di antiossidanti e, secondo alcuni studi, il suo consumo giornaliero aiuta a ridurre il livello di colesterolo nel sangue nelle persone con ipercolesterolemia. (Hee Ryu, Eeun Park, Johee, Wong Kong e Kwon, 2014).

In ogni modo è importante sottolineare che questi alimenti non possono essere utilizzati per sostituire una dieta cattiva o insufficiente, la loro funzione è invece quella di compensare e migliorare l’assorbimento di alcuni nutrienti (vitamine, minerali, proteine, ecc.) che otterremo con una buona alimentazione.

Non ci sono alimenti migliori di altri, tutti i “cibi reali” sono importanti, il segreto sta nel realizzare una dieta variata, basata su prodotti naturali e con un alto valore nutrizionale. Questa è la base per essere sani e sentirsi bene.

Perché scegliere i mix di superfood di Huaora?

Noi di Huaora, selezioniamo i superfood in base alle loro caratteristiche e li mescoliamo per migliorare i loro effetti in quattro direzioni principali: mix Detox, che aiutano il corpo ad eliminare elementi nocivi; mix dieta, per aumentare la rimozione del grasso corporeo; mix energetici che forniscono gli elementi necessari per una maggiore energia e, per ultimo, mix di proteine vegetali per migliorare le prestazioni fisiche o per supplementare una dieta con basso apporto proteico (come diete vegane o vegetariane) e che contribuiscono alla crescita della massa muscolare per gli atleti.

Huaora sono tutti prodotti biologici, accuratamente selezionati in base alla loro qualità e immediatamente essiccati usando processi che mantengono praticamente il 100% delle loro proprietà prima di essere miscelati e confezionati seguendo rigorosi controlli sanitari.

 

Bibliography

Chicco, A., D’Alessandro, M. E., Hein, G. J., Oliva, M. E., & Lombardo, Y. B. (2008, Mayo 20). Dietary chia seed (Salvia hispanica L.) rich in alpha-linolenic acid improves adiposity and normalises hypertriacylglycerolaemia and insulin resistance in dyslipaemic rats. British Journal of Nutrition, 101(1), 41-50.

DECS. (2017). Definición Alimento Funcional. Retrieved Noviembre 20, 2017, from http://decs.bvs.br/cgi-bin/wxis1660.exe/decsserver/

Hee Ryu, N., Eeun Park, J., Johee, K., Wong Kong, S., & Kwon, O. (2014, June 11). Impact of daily Chlorella consumption on serum lipid and carotenoid profiles in mildly hypercholesterolemic adults: a double-blinded, randomized, placebo-controlled study. Nutrion Journal.

Martinez-Cruz, O., & Paredes Lopez, O. (2014, June 14). Phytochemical profile and nutraceutical potential of chia seeds (Salvia hispanica L.) by ultra high performance liquid chromatography. (C. d. IPN, Ed.) Journal of Chomatography, 1346, 43-48.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *